Antonio Nania

LA “SESTA FIGLIA”

Natuzza Evolo e la “sesta figlia”

tra umiltà, accoglienza e testimonianza

[…] Una presenza, quella di Natuzza, che ti dà la gioia profonda di essere bussola della tua vita sotto lo sguardo di Gesù e Maria. Una bussola che ha sempre indicato la direzione giusta, anche quando in alcuni periodi dell’anno – come alcuni grandi Santi – stimmate, emopatie e altro ne facevano vedere sofferenze particolari e forti; taceva e non si lamentava del dolore, nonostante fosse costretta a indossare maglie a maniche molto lunghe per nascondere i polsi, su cui erano localizzate alcune profonde ferite. […].

l’Autore

***

Formato cm 14,8 x 21

Pagine 16

ISBN 979-12-80654-18-2

Edizione fuori commercio

***

Antonio Nania, avvocato cassazionista ora a riposo, è stato Dirigente dell’Ufficio Legale della Sede Regionale Calabria dell’ENPI, Dirigente dell’Ufficio Legale dell’USL di Catanzaro, nonché Responsabile e avvocato coordinatore della Struttura Legale Complessa Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” del capoluogo calabrese.

Abilitato all’insegnamento di Psicologia Sociale e Pubbliche Relazioni, ha scritto articoli, tra l’altro, per Rivista Amministrativa della Sanità e Studio legale (Giuffrè). È autore dei testi Il silenzio della solitudine e Quasi un racconto (Carello).

Ricopre gli incarichi di: Presidente regionale CTG; Vice presidente regionale Associazione Ambientalista Accademia Kronos; Segretario Sezione Calabria Amnesty International; Presidente Provinciale e Consigliere Nazionale MCL; Segretario Regionale UNPLI (Unione Nazionale Pro-Loco); Vice presidente nazionale Consolidal APS-ETS.