Sara Ciampi 

CANTI CREPUSCOLARI AL CHIARO DI LUNA

Poesie

 

[…] Il lettore viene condotto in un vortice di sensazioni ed intense emozioni, spesso contrastanti: la difficoltà e l’imbarazzo, certo (A me stessa, Come foglie d’autunno, Il viaggio, La morte nel cuore), ma anche fiducia e speranza – tuttavia mai il sogno – come in Lucciole o in Temporale, mentre in La notte le aspettative sono tutte riposte nella fede, “unica fonte di serenità per affrontare i travagli dell’esistenza […] l’ineluttabile morte altro non è che la porta per la gioia d’una eterna vita nell’aldilà”.

Non è evidentemente un caso che questa volta, contrariamente a come ci aveva abituati con le precedenti raccolte, l’Autrice non abbia inteso includere alcuna lirica espressamente dedicata, o perlomeno ispirata, a quello che abbiamo imparato a considerare il suo “nume tutelare”, la fonte d’ispirazione primaria, nell’interpretazione dell’esistenza, prima ancora che dal punto di vista prettamente artistico, ovvero Giacomo Leopardi; eppure, angoscia e infelicità serpeggiano ancora, ma non nel senso del pessimismo più assoluto, bensì sotto una luce nuova, che questa volta prevede conforto, sollievo, affrancamento e riscatto. […].

Dalla Prefazione

Pagine 48 – ISBN 978-88-96864-98-2 – € 12,00

Sara Ciampi (Genova, 1976) ha iniziato la sua fervida attività letteraria a quattordici anni

spinta sia dalla sua grande passione per la Letteratura sia, in seguito, da serie malattie e gravi problemi di salute, tra cui la tubercolosi polmonare, la cifoscoliosi e patologie agli occhi.

Dopo la Maturità Linguistica e dopo aver approfondito da autodidatta gli studi letterari e quelli scientifici, le sono state assegnate due Lauree H.C., una in Lettere (nel 2000) e l’altra in Filosofia (nel 2001).

È considerata non solo il “Leopardi del Terzo Millennio”, ma anche la principale esponente dell’importante ed originale corrente del Neoromanticismo.

È stata più volte candidata al Premio Nobel per la Letteratura.